Faq e Modulistica

  • 1
    Che cos'è il Bonus Sociale?

    Il Bonus Sociale è uno strumento introdotto dal Governo che permette alle famiglie con bassi redditi o alle famiglie con persone che versano in gravi condizioni di salute, di ottenere un risparmio direttamente in bolletta sulla spesa annua per energia elettrica e/o per gas naturale. Il Bonus elettrico si riferisce alla fornitura di energia elettrica e vi possono accedere i Clienti Domestici (le famiglie) che versano in condizione di disagio economico e/o di disagio fisico. Il Bonus gas si riferisce alla fornitura di gas naturale e possono accedervi i Clienti Domestici (le famiglie) che versano in condizione di disagio economico. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente e/o chiamare il numero verde 800 166 654 o il sito www.bonusenergia.anci.it.

  • 2
    I Bonus Sociali sono cumulabili?

    Ogni nucleo famigliare che abbia i requisiti può richiedere per disagio economico sia il Bonus elettrico, sia il Bonus gas. Inoltre, se in casa vive un soggetto in gravi condizioni di salute che possiede i requisiti per il Bonus elettrico per disagio fisico, la famiglia può richiedere anche questa agevolazione.

  • 3
    Chi può chiedere il Bonus elettrico per disagio economico?

    Tutti i Clienti Domestici, per l’abitazione di residenza, intestatari di un contratto di fornitura di energia elettrica: ·       con potenza impegnata fino a 3 kW (per un numero massimo di 4 familiari con la stessa residenza) o a 4,5 kW (oltre i 4 familiari con la stessa residenza); ·       con indicatore ISEE non superiore a 8.265 € o, per i nuclei familiari con più di 3 figli a carico, non superiore a 20.000 €; ·       beneficiari o anche un componente del nucleo familiare beneficiario del Reddito / Pensione di Cittadinanza (RdC / PdC) anche in deroga alle soglie ISEE previste.

  • 4
    Chi può chiedere il Bonus gas per disagio economico?

    Tutti i Clienti Domestici, per l’abitazione di residenza, intestatari di un contratto di gas naturale ·       con indicatore ISEE non superiore a 8.265 € o, per i nuclei familiari con più di 3 figli a carico, non superiore a 20.000 €, ·       beneficiari o anche un componente del nucleo familiare beneficiario del Reddito / Pensione di Cittadinanza (RdC / PdC) anche in deroga alle soglie ISEE previste. Inoltre, la classe del misuratore gas non deve essere superiore a G6. La compensazione è riconosciuta sia ai Clienti Domestici che hanno stipulato un contratto di fornitura individuale, sia a quelli che utilizzano impianti condominiali (fornitura centralizzata condominiale). Per quest’ultimi, il richiedente il bonus non deve essere necessariamente l'intestatario della fornitura.

  • 5
    Chi può richiedere il Bonus elettrico per disagio fisico?

    Tutti i Clienti Domestici affetti da grave malattia o i Clienti Domestici presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali (definite dal Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011), alimentate ad energia elettrica.

  • 6
    Come si richiede il Bonus Sociale?

    Il Bonus Sociale si richiede presentando la richiesta completa dei dati relativi alla propria fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale (reperibili su ogni bolletta) e alla composizione del nucleo familiare, presso il proprio Comune di residenza (o presso altro istituto da questi designato, ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF), utilizzando gli appositi moduli reperibili presso i Comuni, sul sito http://www.sgate.anci.it/ e sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Nel caso di Bonus elettrico e/o Bonus gas per disagio economico è necessario allegare alla domanda l’attestazione del valore ISEE*. Nel caso di beneficiari o anche di componente del nucleo familiare beneficiario del Reddito / Pensione di Cittadinanza (RdC / PdC), è necessario indicare il protocollo Rdc/Pdc e la data inizio validità. (*Indicatore di Situazione Economica Equivalente che misura la condizione economica delle famiglie). Nel caso di Bonus elettrico per disagio fisico è necessario allegare alla domanda la certificazione ASL ai sensi del Decreto interministeriale 28 dicembre 2007 e del Decreto Ministeriale 13 gennaio 2011.

  • 7
    Come si rinnova il Bonus Sociale?

    Il Bonus elettrico e il Bonus gas per il disagio economico è riconosciuto per 12 mesi. Al termine di tale periodo, qualora sussistano ancora le condizioni di ammissibilità, si dovrà rinnovare analogamente a quanto fatto in fase di prima richiesta presentando l’apposita domanda circa un mese prima della scadenza dell'agevolazione in corso (se, ad esempio, il periodo di agevolazione va dal 1-1-2018 al 31-12-2018, il rinnovo deve essere presentato nel mese di novembre 2018 al fine di garantire la continuità dell'erogazione). Il Bonus elettrico per il disagio fisico non deve essere rinnovato. Nel caso di cessato uso delle apparecchiature elettromedicali, il Cliente Domestico dovrà inviare una segnalazione al proprio fornitore di energia elettrica.

  • 8
    Quanto vale il Bonus Sociale?

    Il valore del Bonus Sociale è aggiornato annualmente dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente entro il 31 dicembre dell'anno precedente. Nel caso di disagio economico per Bonus elettrico e per Bonus gas il valore dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica. In aggiunta per il Bonus gas, il valore è differenziato per tipologia di utilizzo del gas e per zona climatica di residenza. Il Bonus elettrico per disagio fisico dipende dalla potenza contrattuale, dalle apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e dal tempo giornaliero di utilizzo.

  • 9
    Come si può verificare l’avvenuta corresponsione del Bonus Sociale?

    Il Cliente Domestico può riscontrare l’avvenuta corresponsione del Bonus Sociale attraverso un apposito messaggio e l’indicazione dell’importo erogato direttamente in bolletta per tutto il periodo di agevolazione. Nel caso di fornitura condominiale centralizzata, il Cliente Domestico riceve un'apposita comunicazione da SGAte che informa dell'accettazione e della data a partire dalla quale è possibile riscuotere il bonifico presso gli uffici postali.

  • 99
    Quanto tempo è necessario per ricevere il Bonus Sociale in bolletta?

    La domanda presentata per l’applicazione del bonus, prima di tradursi nello sconto in bolletta, deve superare alcuni passaggi di verifica da parte del Comune e del SGAte (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche, un sistema informativo on line che gestisce l'intero iter necessario ad attivare il bonus). Lo stato di avanzamento della propria richiesta di bonus può essere verificato: •      presso l'Ente dove è stata presentata la richiesta con la ricevuta rilasciata alla consegna della domanda; •      chiamando il numero verde 800.166.654, •      collegandosi al sito http://www.bonusenergia.anci.it/ entrando nella sezione riservata "Controlla on line la tua pratica" accedendo tramite le credenziali di accesso rilasciate dall'Ente dove è stata presentata la richiesta..

1 di 18
Sei un cliente Business?